Il Centro Regionale Sangue del Friuli Venezia Giulia ci comunica che è stata segnalata la presenza di zanzare potatrici del virus WNV anche in una zona della provincia di Pordenone, confinante con il Veneto. Ciò ha fatto scattare il dispositivo per cui a tutti i donatori della nostra provincia che si recano a donare in Regione viene praticato il test NAT. Questo non comporta assolutamente niente per i donatori, salvo il fatto che viene effettuata di default un’ulteriore esame sulla sacca.

A questo punto diventa indifferente il fatto che i donatori che si recano in uno dei nostri centri abbiano viaggiato in una delle altre province segnalate come positive. Potrebbero però vedersi sospesi per 28 giorni se vanno a donare fuori Regione, in una provincia non segnalata come positiva.

Per inciso va detto che la presenza del virus non deve destare la benché minima preoccupazione per la nostra salute. L’esecuzione del test è una misura estremamente precauzionale adottata nella pratica della trasfusione di sangue.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *